etichettare i vaccini

Etichettatura dei vaccini

Sei già stato vaccinato o stai ancora aspettando la tua dose? Raramente la disponibilità dei vaccini è stata oggetto di accesi dibattiti come invece lo è oggi. Le produzioni di numerose case farmaceutiche sono in pieno funzionamento. Il trasporto mondiale di vaccini è considerato un capolavoro logistico, coinvolgendo anche l’etichettatura dei vaccini.

La garanzia di qualità, la protezione dalla contraffazione e dalla pirateria dei prodotti sono temi ora più che mai al centro dell’attenzione. La tecnologia dell’etichettatura gioca un ruolo chiave qui perché consente la tracciabilità senza interruzioni dei prodotti farmaceutici dalla produzione ai processi logistici fino al paziente. Ovviamente questo vale anche per i vaccini.

Etichettare i vaccini – ma come?

Prodotto freddo – somministrato tiepido

Le condizioni speciali in cui devono essere prodotti, immagazzinati e trasportati i vaccini COVID, rappresentano delle grandi sfide per l’etichettatura di questi prodotti e per i loro imballaggi. Macchine e materiali devono resistere ai requisiti ambientali: la tecnologia dei sistemi di etichettatura deve funzionare in modo affidabile anche a temperature criogeniche ed i materiali delle etichette devono essere in grado di resistere ai liquidi e al successivo processo di scongelamento immediatamente prima della somministrazione dei vaccini.

Etichettare i vaccini

Per garantire la tracciabilità, le etichette devono anche riportare alcune caratteristiche di sicurezza come i sigilli antimanomissione e i codici di serializzazione. Qui si applicano varie normative UE come la direttiva anticontraffazione UE 2011/62/UE.

Per compiti così complessi sono necessari fornitori di etichettatura con le competenze adeguate. Weber Marking Systems Italia, ad esempio, ha 50 anni di esperienza nell’etichettatura professionale di prodotti farmaceutici: dalla fase del confezionamento primario a quello secondario e fino al confezionamento terziario. L’imballaggio primario è il contenitore che direttamente a contatto i prodotti farmaceutici e nel caso dei vaccini, si tratta spesso di fiale di vetro o di plastica. L’imballaggio secondario combina l’imballaggio primario in unità, ad esempio scatole pieghevoli con diverse dosi di vaccino, mentre, infine, l’imballaggio terziario protegge il prodotto durante lo stoccaggio e il trasporto e questi includono scatole di spedizione, scatole frigorifere e pallet.

Abbina perfettamente tecnologia e materiale

È anche vantaggioso adattare perfettamente il materiale dell’etichetta alla tecnologia di etichettatura. Con progettazione, ingegneria e produzione propria, Weber Marking Systems ha il vantaggio di coordinare materiale e tecnologia e di poterli testare ampiamente in anticipo. Un esempio di successo di questa potente coordinazione di lavoro è il caso di Apetito AG nella sede di Rheine: il cliente aveva richiesto un sistema di etichettatura in un ambiente di produzione sotto i 24 ° Celsius e Weber è riuscita a trovare la soluzione adatta.

Etichetta dei vaccini lungo l’intera catena di approvvigionamento

Gli ingegneri del gruppo Bluhm Weber hanno trovato una soluzione: sono stati provati diversi materiali per etichette e adesivi fino a trovare il materiale corretto, che può essere lavorato in modo completamente automatico aderendo anche a temperature estreme. Sui distributori di etichette sono stati testati assi lineari di vari fornitori e i cuscinetti sono stati resi idonei per l’uso nei congelatori. L’ambizione e la perseveranza del fornitore di etichettatura alla fine hanno dato i suoi frutti. Oggi i sistemi di etichettatura di Bluhm Systeme etichettano le scatole di cartone con etichette colorate su due linee di produzione.

Applicare in modo affidabile le funzionalità di sicurezza

Oltre agli ambienti di produzione, per l’etichettatura dei vaccini devono essere prese in considerazione metodi anticontraffazione. A tal fine, Weber Marking Systems ha nella sua gamma un’etichettatrice Tamper Evident, che può applicare non solo etichette a prova di manomissione su scatole pieghevoli, ma anche etichette con i codici di serializzazione utilizzando una stampante a getto d’inchiostro.

Applicazione di Bollino Farmaceutico eTamper Evident

Weber Marking Systems Italia, con sede a Milano, ha integrato due Tamper Evident nella soluzione CS150, un sistema compatto di ultima generazione per la serializzazione, sigillatura e verifica dei farmaci dal leader in sistemi di visione artificiale, Retinae SRL.

Scopri la CS150, in collaborazione tra Weber e Retinae

La nostra casa madre, in Germania, ha integrato questa unità nel cosiddetto Item Unit-Tamper Evident della filiale di Seidenader Traxeed, per esempio. Questo sistema stampa e sigilla scatole pieghevoli in conformità con le linee guida controllando entrambi i passaggi per la sicurezza.

“Per noi, era importante rendere questa unità il più compatta possibile”, spiega Christian Frenz, Product Manager di Traxeed. “Avevamo quindi bisogno di un partner che potesse integrare il modulo antimanomissione per fissare la protezione antimanomissione nell’unità in modo salvaspazio.” Il dispositivo Bluhm era particolarmente adatto per questo.

Tutti stanno aspettando i vaccini in questo momento. La tecnologia di etichettatura offre un prezioso contributo alla qualità e all’affidabilità dei processi. Contattaci!